PREMESSA
L'acqua è un elemento indispensabile per la nostra sopravvivenza, da essa dipende la nostra vita.

Ogni persona in Italia consuma in media circa 250 litri di acqua al giorno:

  • 60 lt per usi igienici,
  • 80 lt per pulizie personali,
  • 40 lt per pulizie di casa,
  • 30 lt per lavaggio biancheria,
  • 30 lt per lavare le stoviglie,
  • 10 lt per cucinare.

Questi consumi medi non considerano il consumo d'acqua per i fabbisogni agricoli e industriali.

In determinati luoghi e situazioni, però, l'acqua può trasformarsi in vero e proprio pericolo,soprattutto per bambini, persone anziane e le persone diversamente abili prive di assistenza.

Analizziamo in dettaglio i più comuni componenti dell'impianto idrico che abbiamo in casa e cerchiamo di suggerire le azioni ed i mezzi più idonei per evitare brutte sorprese (dice il saggio: "la conoscenza dà coscienza").

Molecola dell'acqua Pioggia Cascata


Un rubinetto che gocciola, oltre ad infastidire, è causa di un notevole spreco (90 gocce al minuto sono 4.000 litri di acqua sprecata all'anno).

Con i rubinetti chiusi il contatore generale non deve girare; in caso contrario, vi è una perdita.

Un foro di un millimetro in una tubatura provoca, in un giorno, una perdita di 2.328 litri di acqua potabile.

Molecola dell'acqua Rubinetto che perde

PREMESSA - CARTA EUROPEA DELL'ACQUA
(promulgata a Strasburgo il 6 maggio 1968 dal Consiglio d'Europa)

  1. Non c'è vita senz'acqua. L'acqua è un bene prezioso, indispensabile a tutte le attività umane.
  2. Le disponibilità d'acqua dolce non sono inesauribili. È indispensabile preservarle e, se possibile accrescerle.
  3. Alterare la qualità dell'acqua significa nuocere alla vita dell'uomo e degli altri esseri viventi che da essa dipendono.
  4. La qualità dell'acqua deve essere tale da soddisfare le esigenze delle utilizzazioni previste; ma deve specialmente soddisfare le esigenze della salute pubblica.
  5. Quando l'acqua, dopo essere stata utilizzata, viene restituita al suo ambiente naturale, essa non deve compromettere i possibili usi, tanto pubblici che privati, che di questo ambiente potranno essere fatti.
  6. La conservazione di un manto vegetale, di preferenza forestale, è essenziale per la salvaguardia delle risorse idriche.
  7. Le risorse idriche devono formare oggetto di un inventario.
  8. La buona gestione deve formare oggetto di un piano stabilito dalle autorità competenti.
  9. La salvaguardia dell'acqua implica un notevole sforzo di ricerca scientifica, di formazione di specialisti e di formazione del pubblico.
  10. L'acqua è un patrimonio comune il cui valore deve essere riconosciuto da tutti. Ciascuno ha il dovere di economizzarla e di utilizzarla con cura.
  11. La gestione delle risorse idriche deve essere inquadrata nel bacino naturale, piuttosto che entro frontiere amministrative e politiche.
  12. L'acqua non ha frontiere. Essa è una risorsa comune che necessita di una cooperazione internazionale

PREMESSA - L'IMPIANTO IDRAULICO IN CASA

impianto idraulico indiretto con serbatoio

L'impianto di casa non è composto solo dai rubinetti dei lavandini: il suo primo componente è il contatore, seguito dalla valvola principale, dalle tubature (ed eventualmente anche da serbatoi e valvole a galleggiante nel caso di sistemi con impianto indiretto), dai dispositivi per la produzione di acqua calda (Scaldabagni elettrici o a gas), dai sifoni ed infine dagli scarichi. L'insieme di tutti questi componenti se ben funzionante è una comodità, ma se solo una piccola parte di questi non funziona o è deteriorata si possono verificare inconvenienti più o meno gravi che danno origine anche a veri e propri rischi!

Possono essere in uso due tipi diversi di impianto: Diretto o indiretto.

Nell'impianto a sistema diretto, a tutti i rubinetti l'acqua fredda arriva con la pressione di rete dell'acquedotto.
Nel sistema indiretto, l'acqua sotto la pressione di rete entra in casa e si versa direttamente nel serbatoio dell'acqua fredda, quindi tutti i rubinetti dell'acqua fredda vengono alimentati per via indiretta (cioè sotto la forza di gravità) dal serbatoio dell'acqua fredda.