illustrazione palloncini

PREMESSA
Il GAS è una sostanza che si trova in uno stato fisico tale da non avere una forma determinata e che si espande indefinitamente in modo da riempire tutto il volume a sua disposizione.

PREMESSA - IL PERICOLO DEL GAS
Il gas, come l'acqua e l'elettricità, occupa una parte rilevante nella nostra vita domestica e come queste è solo potenzialmente un pericolo: dipende da come lo si usa! Il gas combustibile, se utilizzato senza particolari precauzioni, potrebbe essere causa di esplosioni o scoppi che coinvolgerebbero non solo gli occupanti dell'appartamento dove avviene la perdita, ma anche tutto lo stabile, con conseguenze drammatiche.

foto palazzo devastato foto palazzo devastato foto palazzo devastato

In questa parte vengono considerati solo quei gas che troviamo all'interno delle nostre case: Metano e G.P.L. - gas per uso combustibile -, che non sono tossici, mentre al contrario lo è il Monossido di Carbonio: prodotto incompleto della combustione. Esistono per tutti precise regole per il loro utilizzo o lo smaltimento; se non rispettate causano incidenti, molto spesso mortali.

Foto contatore gas foto bombole G.P.L.
illustrazione pericolo

Il Metano e il G.P.L. non sono gas tossici neanche ad alte concentrazioni, però un individuo può soccombere per asfissia se rinchiuso in locale ad alta percentuale di questi gas, proprio per CARENZA DI OSSIGENO. Si rammenta a tale proposito che l'atmosfera di un qualsiasi ambiente diventa irrespirabile quando il contenuto di ossigeno scende sotto il 17%.


L'impianto di casa a metano

PREMESSA - L'IMPIANTO DI CASA A METANO
Gli impianti per l'utilizzo del gas variano secondo il tipo di gas combustibile utilizzato, non sono molte le differenze ma abbastanza importanti da doverle specificare, tenendo presente l'esistenza delle precise norme vigenti.
L'impianto a metano, che troviamo nelle nostre città, vede come primo elemento la valvola principale o rubinetto contatore che precede il contatore; quindi attraverso una tubazione arriva ai vari apparecchi utilizzatori. Abbiamo sempre un rubinetto o valvola dedicata a ogni utilizzatore, come la valvola o rubinetto del piano cottura, dalla quale parte un tubo di alimentazione. Lo scaldabagno per la produzione di acqua calda e la calderina per il riscaldamento, sono solitamente entrambi presenti in cucina, dove troviamo infine gli apparecchi di cottura, aperture di aerazione e di ventilazione, nonché cappe e tubazioni di scarico fumi o camini.


L'impianto di casa a G.P.L.

PREMESSA - L'IMPIANTO DI CASA A G.P.L.
Gli impianti a G.P.L., normalmente si trovano realizzati in case isolate dai grossi centri abitati; il gas combustibile è conservato in bombole trasportabili di varie dimensioni, oppure conservato in recipienti fissi, messi in zone dedicate vicino all’abitazione e riforniti ogni volta da autocisterne.
L’impianto a G.P.L. con bombola, ha come secondo elemento dello stesso la valvola situata sulla bombola che chiameremo sempre rubinetto, (integrata alla bombola stessa). Il terzo elemento in successione è il regolatore di pressione che mette a punto, diminuendo, la pressione del gas contenuto nella bombola rendendolo, così, utilizzabile dall’impianto. Quindi questo impianto non ha altre sostanziali differenze rispetto a quello per il metano.

termocoppia
Giova ricordare che tutti i piani di cottura o fornelli, al fine di migliorare la sicurezza d’uso, dovrebbero essere dotati di dispositivi di sicurezza o termocoppia, chiamati anche apparecchi valvolati.
Si precisa che esistono particolari normative UNI-CIG, che regolano la realizzazione di impianti a gas, sia essi con alimentazione diretta dalla rete del metano, o da bombole di G.P.L..



illustrazione pericolo metano

Va sempre posta attenzione al diverso tipo di gas impiegato, sia esso metano oppure G.P.L..
La differenza sostanziale è relativa al peso dei due gas rispetto all’aria, infatti il metano è più leggero dell’aria e quindi in caso di perdite si disperde verso l’alto uscendo dalle aperture di aerazione o dalle finestre se aperte.


illustrazione pericolo G.P.L.

Il G.P.L. è invece più pesante dell’aria e tende ad andare verso il basso, magari diffondendosi in scantinati e cantine, dove stratifica se non trova sbocchi verso l’esterno e vi rimane sino a esplodere in caso di innesco. Per questo gas, perciò, la presenza delle aperture di aerazione deve essere posizionata in basso, in alternativa è sufficiente la presenza di una porta finestra.